Cosa vedere all’Isola d’Elba?

Tramonto sull'Isola d'Elba, Toscana, Seafy

Spiagge e luoghi da visitare all’Isola d’Elba

Il mar Mediterraneo racchiude alcune tra le isole più belle del mondo. Tra queste troviamo l’Isola d’Elba, un piccolo gioiello che si trova a soli 10 chilometri dalla costa toscana e che, assieme alle altre isole dell’arcipelago (Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo, Giglio e Giannutri) fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Arrivato a Portoferraio con il traghetto avrai la possibilità di visitare luoghi meravigliosi che ti rimarranno per sempre nel cuore. Ma quali sono le cose da vedere ? Ecco 5 cose da fare all’Isola d’Elba.

Portoferraio

Portoferraio, capoluogo dell’Isola d’Elba deve il suo nome al ferro e alle miniere attive nell’Isola dal XIX secolo. La cittadina viene anche chiamata “Città Rosa”. Questo appellativo si riferisce al calcare rosato utilizzato per lastricare tutto il centro storico e che, con la luce, cambia colore la giornata. La città conserva nell’urbanistica tracce visibili della permanenza di Napoleone Bonaparte, che fu costretto a soggiornare all’Elba dopo le ultime sconfitte. Qui, infatti, è possibile vedere ville del periodo napoleonico e strutture di difesa, ma anche testimonianze di un passato più antico, come gli insediamenti archeologici etruschi e romani.

La fortezza del Volterraio

Una delle tappe obbligatorie per chi visita l’Isola d’Elba, si trova a 400 metri di altezza. Stiamo parlando della fortezza del Volterraio a Rio, la più antica fortificazione dell’Isola arroccata sulla vetta di Cima del Monte. Il castello, ristrutturato nel 2016, risale all’epoca etrusca e fu ampliato alla fine del 1200 dai Pisani, che la utilizzarono per difendersi dagli attacchi dei Turchi. La bellezza del luogo sta, oltre che nella sua storia, anche nel meraviglioso panorama che si può godere dall’alto.

Capoliveri

Capoliveri, uno degli otto comuni dell’Isola d’Elba, situato sulla costa sud-orientale, è il luogo perfetto per combinare natura, cultura e relax. Ma cosa vedere a Capoliveri? Nel centro storico il Santuario della Madonna delle Grazie e l’Abside di San Michele. Per godere di un panorama eccezionale sicuramente va visto il Forte Focardo che domina tutta la costa. Infine, da non perdere, le spiagge, tra le più belle dell’isola: Innamorata, Lacona, Naregno, Margidore, Barabarca, Calanova, Felciaio, Ferrato, Lido, Madonna delle Grazie, Morcone, Norsi, Pareti, Remaiolo, Straccoligno e Zuccale.

Parco Minerario

Il Parco Minerario dell’Elba è strettamente legato alla storia dell’Isola. È dai tempi degli etruschi, infatti, che gli abitanti elbani si dedicano all’estrazione del ferro. Per approfondire questo aspetto, a Rio Marina è possibile visitare il Museo dei Minerali dell’Elba e dell’arte mineraria. Qui è possibile visionare i principali minerali estratti nelle cave elbane e numerose foto d’epoca che raccontano il lavoro dei minatori e i macchinari in uso nelle attività estrattive terminate definitivamente negli anni ’80 del secolo scorso. Dopo il Museo è possibile fare escursioni, prendere il trenino e fotografare minerali dai colori e dai riflessi meravigliosi.

Cucina locale elbana

Non avete visitato veramente un luogo se non avete assaggiato i suoi piatti tipici. Quindi, prima di prendere il traghetto, fatevi sedurre dalle prelibatezze della cucina locale elbana  che vanta ottime ricette di pesce, ma non solo. Tra tutte spicca lo “stoccafisso alla riese”, la “sburrita” (piatto a base di baccalà), il “gurguglione” (stufato di verdure) e, ancora, il riso al nero di seppia, i totani ripieni, il famoso cacciucco o zuppa di pesce, ma anche secondi molto semplici come il polpo lesso, gli zerri fritti e le sardine ripiene. Per chiudere in bellezza e coccolarsi un po’, da non perdere questi dessert: la “schiaccia briaca” e la “schiacciunta” che, insieme ad un buon bicchiere di Aleatico dell’Elba, rappresentano un fine pasto perfetto!

Goditi il viaggio in nave verso l’Isola d’Elba!